C’è una scuola di pensiero che dice che se se si vogliono raggiungere i propri obiettivi, l’impegno dev’essere totale. Per risparmiare soldi, non si devono mai fare follie. Per perdere peso, non si deve mai indugiare. Ma questo sentiero è privo di gioia e di rischi, sostengono gli autori di un nuovo articolo del Journal of Consumer Psychology. Se si segue l’approccio totalizzante, allora un solo sgarro può essere percepito come un fallimento, così che la motivazione cali prima ancora che ce ne si renda conto, e gli obiettivi diventino sempre più irraggiungibili. Molto meglio, dicono i ricercatori, programmare anche strappi alla regola, o ciò che loro definiscono “deviazioni edoniche programmate“. Questo, infatti, aiuta a farci percepire la situazione come sotto controllo, rendendo l’intero processo più divertente, e mantiene il morale e la motivazione ad alti livelli. Infine, affermano gli studiosi, aumenterà la probabilità di successo.

È tutto a posto! L’ho programmato.

 

Innanzitutto, per testare questa ipotesi,  Rita Coelho do Vale e i suoi colleghi hanno chiesto a 59 studenti di provare a immaginare di essere a dieta. A metà dei partecipanti veniva proposta una dieta tradizionale che prevedeva che riducessero ogni giorno l’apporto calorico a 1500 kcal, mentre l’altra metà fingeva di seguire una “dieta intermittente”: le persone dovevano restare entro le 1300 kcal sei giorni a settimana, ma ogni settimo giorno potevano invece rilassarsi e godersi 2700 kcal.

Per aumentare il senso di impersonificazione nel ruolo, gli studenti affrontavano il processo di scelta dei loro pasti ipotetici da un menù per ogni giorno, e alla fine del processo comunicavano quanto auto-controllo pensavano che gli sarebbe potuto rimanere. Inoltre, dovevano immaginare di imbattersi in un vassoio di snack a fine della settimana, e suggerire modi in cui avrebbero resistito alla tentazione. I risultati hanno mostrato come, alla fine della settimana immaginaria, gli studenti a cui era stata assegnata la dieta con un giorno di sgarro programmato ipotizzavano una percentuale maggiore di auto-controllo rimasto, e quindi erano in grado di trovare più strategie per evitare la tentazione a fine settimana.

Successivamente, un secondo studio ha coinvolto 36 partecipanti, suddivisi in due gruppi che hanno seguito realmente le due differenti diete per due settimane. Le persone dovevano tenere un diario delle loro esperienze e tornare al laboratorio per essere pesate. Coloro che erano a dieta con la possibilità programmata di un giorno a settimana di pasti liberi sono riusciti a mantenere una sensazione maggiore di auto-controllo, hanno percepito l’esperienza come più piacevole e hanno riportato un livello più alto di motivazione. Inoltre, hanno perso esattamente lo stesso peso degli altri partecipanti che seguivano invece una dieta priva di eccezioni.

Infine, i ricercatori hanno intervistato 64 persone che affermavano di star attualmente lottando per raggiungere un proprio obiettivo, come mantere abitudini più salutari o risparmiare soldi. Ad alcuni è stata spiegata una strategia che prevedeva totale dedizione al piano senza alcuna possibilità di errore, mentre ad altri è stato invece proposto un piano che includeva pause programmate: un’opportunità occasionale a tempi prestabiliti di adottare comportamenti non congrui al raggiungimento dell’obiettivo.I partecipanti che avevano letto la seconda tipologia di piano hanno dichiarato di sentirsi più motivati, ritenendo inoltre che il piano sarebbe stato più utile.

Gli studiosi hanno quindi stabilito che i risultati ottenuti supportano “un’ equivocabile e nuova tecnica per un’autogestione efficace. […] Questa novità evidenzia l’importanza della flessibilità nel perseguimento degli obiettivi.”


Traduzione a cura di Gemma Massetti.

Tratto da: BPS Research Digest.

Articolo originale: Coelho do Vale, R., Pieters, R., & Zeelenberg, M. (2016). The benefits of behaving badly on occasion: Successful regulation by planned hedonic deviations Journal of Consumer Psychology, 26 (1), 17-28 DOI: 10.1016/j.jcps.2015.05.001